Pagina iniziale | Navigazione |
Google

Mikhail Tal

Mikhail Nekhemievich Tal (9 novembre 1936 - 28 giugno 1992) fu un famoso scacchista lituano. Nato a Riga, fu l'ottavo Campione del mondo di scacchi.

Mikhail si appassionò agli scacchi vedendoli giocare nella sala d'attesa dello studio del padre medico, iniziando a studiarli seriamente verso i dieci anni d'età.

Noto nel mondo degli scacchi come il "Mago di Riga", Tal eccelse negli attacchi tattici. Il suo naturale talento istintivo per il gioco fu la principale ragione per cui strappò il titolo mondiale a Mikhail Botvinnik nel 1960, alla tenera età di 24 anni (solo Garry Kasparov fece di meglio, all'età di 22 anni). Introdusse uno stile di gioco intuitivo , in contrasto con l'approccio scientifico degli altri grandi maestri.

Il suo stile di gioco, venne deriso dall'ex campione del mondo Vassily Smyslov come nient'altro che "trucchetti", eppure egli sconfisse tutti i principali grandi maestri con l'aggressività e i suoi celebri sacrifici intuitivi. I sacrifici intuitivi di Tal creavano posizioni di incredibile complessità, che non permettevano di risolvere tutti i problemi sulla scacchiera. Anche se, con una successiva e pi approfondita analisi, venivano trovate delle pecche nelle concezioni di Tal, egli meravigliava gli spettatori con il suo coraggio, divenendone uno dei favoriti.

Il suo predominio su Bobby Fischer nei suoi primi anni rese molto pi semplice l'ascesa di Tal ai vertici. Botvinnik venne sconfitto abbastanza rapidamente, ma egli restituì il colpo nella rivincita del 1961, dopo un lungo studio dello stile di Tal (La salute fragile di Tal contribuì notevolmente alla sua sconfitta).

Viktor Korchnoi e Boris Spassky sono probabilmente gli unici due grandi maestri che dominarono Tal sulla scacchiera, e tra i pochi a vantare un notevole punteggio positivo contro di lui.

La carriera scacchistica di Tal venne influenzata in diversi momenti dalla sua salute. Fu afflitto ripetutamente da problemi al fegato (probabilmente esacerbati dal vizio del fumo) che gli tolsero molte opportunità. Ma la malattia non influenzava il suo approccio positivo a alla vita, commentando una delle sue vittorie, ottenute poco dopo essere uscito dall'ospedale, disse: "Il cadavere ha giocato bene".

Il miglior risultato di Tal fu un primo posto a pari merito con Anatoly Karpov nel "Torneo delle stelle" di Montreal del 1979 - in quell'occasione giocò con il suo tipico stile naturale e produsse una superba prestazione contro i migliori grandi maestri del mondo di quel periodo.

La velocità di calcolo sulla scacchiera di Tal era superba, a livello di Petrosian e Kasparov. Tra gli attuali giocatori di vertice, Alexei Shirov probabilmente stato molto influenzato o ispirato dallo stile di Tal.

Citazioni

Collegamenti esterni


GNU Fdl - it.Wikipedia.org




Google | 

Enciclopedia |  La Divina Commedia di Dante |  Mappa | : A |  B |  C |  D |  E |  F |  G |  H |  I |  J |  K |  L |  M |  N |  O |  P |  Q |  R |  S |  T |  U |  V |  W |  X |  Y |  Z |